Coronavirus, Argentin: Garantire il diritto di cura ai disabili Roma, 18 dic. (LaPresse) – “Incredibile, cari politici capisco tutte le difficoltà del Coronavirus ma è ingiusto ed inqualificabile non comprendere che i disabili non abbiamo l’assistenza o la vicinanza dei loro familiari negli ospedali, se malati. Le persone disabili mentali non hanno la consapevolezza di ciò che gli succede intorno ne tanto meno sono in grado di muoversi autonomamente, così come i disabili fisici sono impossibilitati nel compiere i movimenti più elementari; non servono scienziati per capire quanta sofferenza aggiunta subiscono i malati con questi limiti a causa delle regole della pandemia. Cari miei, fatevi una analisi di coscienza e cercate cari amministratori sanitari una soluzione immediata. I genitori e i parenti dei disabili non sanno più come affrontare le visite ospedaliere e i ricoveri dei loro congiunti con Handicap, serve più eleasticità sia pur in sicurezza. Essere disabile non comporta l’esenzione dalle malattie per cui dovete garantire il diritto alle cure dando pari opportunità a tutti allo stesso modo nel rispetto delle difficoltà specifiche”. Lo dichiara in una nota Ileana Argentin – Presidente Associazioni ALM e A.I.D.A. Onlus. POL NG01 acp 181222 DIC 20