29/01/2019 ore 11:00 Presentazione del Libro “C’E’ CHI STA PEGGIO DI TE” di Ileana Argentin, Presso il Centro di Riabilitazione Vaclav Vojta, in Via Salvatore Pincherle, 186 - Roma.

29/01/2019 ore 11:00 Presentazione del Libro

“C’E’ CHI STA PEGGIO DI TE” di Ileana Argentin,

Presso il Centro di Riabilitazione Vaclav Vojta,

in Via Salvatore Pincherle, 186 - Roma.


23/01/2019 ore 18:00 Presentazione del Libro “C’E’ CHI STA PEGGIO DI TE” di Ileana Argentin, in Via Gerolamo Frescobaldi, 22 (Pinciano) - Roma.

 

23/01/2019 ore 18:00 Presentazione del Libro

“C’E’ CHI STA PEGGIO DI TE” di Ileana Argentin,

in Via Gerolamo Frescobaldi, 22 (Pinciano) - Roma.


Reddito: Argentin, presi in giro ancora una volta i disabili

ZCZC9007/SXA XPP94134_SXA_QBXB R POL S0A QBXB Reddito: Argentin, presi in giro ancora una volta i disabili (ANSA) - ROMA, 18 GEN - "Questo governo verde giallo prende ancora una volta in giro i disabili. Dal reddito di cittadinanza le persone con deficit sono state escluse cosi' come non sono aumentate le pensioni di invalidita' Che pagano inoltre il prezzo di essere conteggiate nel reddito. A tutto cio' si aggiunge Il dato fornito dal Ministro Fontana alla Fish che sottolinea il fatto che esiste un numero ampio di famiglie con reddito inferiore si 9360 euro con un soggetto disabile al suo interno. Che vergogna, come diceva Troisi "non ci resta che piangere" . Ma non sara' cosi', il provvedimento deve essere rivisto perche' i cittadini disabili debbono avere pari opportunita' come tutti gli altri. Vergogna, vergogna, vergogna, questo governo promette e non mantiene. Salvini e Di Maio hanno tradito il mondo della disabilita'". Lo dichiara in una nota Ileana Argentin, presidente associazione onlus A.I.D.A.(ANSA). BSA-COM 18-GEN-19 19:05 NNNN


DISABILITÀ. ARGENTIN: INVALIDI VIVONO CON 278 EURO PENSIONE, VERGOGNA


(DIRE) Roma, 11 gen. - "Inaccettabile confusione da parte di questo governo, che troppo spesso dimentica gli 'ultimi'. Ci tengo a ricordare che i disabili nel nostro paese sono circa 3,2 milioni e fanno girare l'8% del pil nazionale, come ci si puo' dimenticare cosi' spesso di loro? E' una vergogna che il governo Salvini - Di Maio debba sempre ripassare sopra decisioni malconce e trasandate che non rispettano il principio delle pari opportunita' (Vedi Reddito di cittadinanza). Desidero inoltre denunciare che un invalido nella nostra bella Italia, prende un pensione di 278 Euro mensili e nessuno parla mai di un possibile aumento per dare dignita' agli uomini e alle donne colpiti da una disabilita'. Come Presidente dell'Associazione A.I.D.A. Onlus rinnovo con forza che la cittadinanza tutta venga considerata allo stesso modo e che si parli e si provveda ad aumentare le pensioni di invalidita'. Basta nascondersi dietro, la scusa dei falsi invalidi!". Lo dichiara in una nota Ileana Argentin, Presidente Associazione A.I.D.A. Onlus. (Vid/ Dire) 11:17 11-01-19 NNNN


Roma, muore al Gemelli Fernando Aiuti, l’immunologo della lotta all’Aids: ipotesi suicidio

Malato da tempo per problemi cardiaci, si indaga sulla caduta dal quarto piano dell’ospedale romano. Sulla dinamica in corso accertamenti della Procura. Disposta l’autopsia. Rosaria Iardino, la donna sieropositiva che il professore baciò in bocca: “Addio Fernando, il mio uomo del bacio. Per alcuni di noi sarai eterno”
È morto questa mattina al policlinico Gemelli il professor Fernando Aiuti, immunologo, 83 anni, fondatore dell’Anlaids (Associazione Nazionale per la lotta contro l’Aids). Si indaga sull’ipotesi del suicidio. Secondo una nota ufficiale del Gemelli la morte è derivata da “complicanze immediate di un trauma da caduta dalla rampa delle scale adiacente il reparto di degenza”. Aiuti era ricoverato nel reparto di Medicina Generale del Gemelli “per il trattamento di una grave cardiopatia ischemica da cui era da tempo affetto e che lo aveva già costretto ad altri ricoveri e a trattamenti anche invasivi.
“Più recentemente”, continua la nota del nosocomio romano, “il quadro cardiologico si era aggravato evolvendo verso un franco scompenso cardiaco, in trattamento polifarmacologico”.
Fernando Aiuti, pioniere della lotta all’Aids e soprattutto della sua prevenzione, per quasi trent’anni è stato professore ordinario di Medicina Interna, direttore e docente della Scuola di Specializzazione in Allergologia e Immunologia Clinica, coordinatore del Dottorato di Ricerche in Scienze delle Terapie Immunologiche presso l’Università “La Sapienza” di Roma, ed era ancora in attività come specialista in Malattie Infettive e Immunologia Clinica.
Ritratto Una vita spesa a studiare l’Hiv e a farlo prevenire
Infettivologo tra i massimi esperti italiani, il professor Aiuti è rimasto celebre anche per il suo bacio in bocca davanti alle telecamere nel ’91 con Rosaria Iardino, una ragazza sieropositiva, per dimostrare all’opinione pubblica che il bacio profondo non trasmette l’Aids.
Aiuti, il ricordo di Rosaria Iardino: ”Quel bacio fu la miglior campagna contro lo stigma verso l’Hiv”
Ed è proprio la Iardino tra le prime voci a commentare la scomparsa di Aiuti: “Ci sono uomini che per il valore che sanno apportare alla comunità scientifica e culturale dovrebbero godere dell’immortalità. Di lui porterò con me per sempre il suo coraggio. Il nostro bacio altro non era che un grido e un richiamo al coraggio di parlare di Aids, di andare avanti con lo studio e con la ricerca, di informare e di curarsi. Grazie Fernando, per alcuni di noi sarai eterno”, scrive in un tweet la donna che è presidente dell’associazione The Bridge.
Ricordano l’immunologo anche le due ultime ministre della Salute: “La scienza oggi piange un grande uomo: la scomparsa di Fernando Aiuti, punto di riferimento mondiale per la lotta all’Aids, mi rattrista molto. Sono certa che il suo grande impegno vivrà attraverso il lavoro di @anlaids”. Così la ministra Giulia Grillo sui social.
Stefano Vella, compagno di tante battaglie: “Fu il primo medico attivista in Italia”
E Beatrice Lorenzin, ora leader di Civica Popolare: “Una vita dedicata alla ricerca, alla lotta all’Aids, alla medicina. Se ne va un pezzo importante del mondo scientifico”.
L’immunologo è precipitato nella tromba delle scale dal quarto piano del reparto di medicina generale, un volo di una decina di metri risultato fatale. Il corpo è stato trovato senza vita intorno alle 11. La procura di Roma, in attesa di una relazione da parte della Polizia Scientifica, aprirà nelle prossime ore un’inchiesta per omicidio colposo o per istigazione al suicidio. Il pm Laura Condemi, che ha effettuato un sopralluogo coordinando i primi accertamenti urgenti e raccogliendo le testimonianze dei responsabili del reparto, ha disposto l’autopsia.
Domani, giovedì, sarà il professor Costantino Ciallella dell’Università La Sapienza a verificare, oltre alla causa del decesso, se Aiuti avesse assunto un farmaco prima di cadere giù o se sia stato colpito da un infarto. Gli investigatori non hanno individuato tracce ematiche nè sulla balaustra nè sulle rampe delle scale ma sul pianerottolo, da dove è precipitato l’immunologo, hanno trovato le sue pantofole.
Tratto da:
https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/01/09/news/ferdinando_aiuti_si_getta_da_una_finestra_del_gemelli-216175617/


Governo, Argentin(Pd): Non previsto reddito cittadinanza per disabili

Governo, Argentin(Pd): Non previsto reddito cittadinanza per disabili Roma, 9 gen. (LaPresse) – “Il bilancio del Governo mette in pericolo i servizi dei disabili e le loro necessità, meno male che ci avete fatto pure il Ministro sulla Disabilità! Trovo gli ultimi provvedimenti del M5s e della Lega scandalosi. Inverosimile il fatto che gli invalidi civili sono esclusi dal reddito cittadinanza,così come i tagli sulla salute mentale, ancora una volta questo “buffo” Governo, ha dimostrato che per loro ci sono cittadini di serie A e di serie B. Definisco indegna culturalmente e praticamente una scelta politica di questo tipo. La Disabilità va tutelata con risorse economiche e non solo a chiacchiere”. Lo dichiara in una nota Ileana Argentin, vicepresidente assemblea regionale PD Lazio. POL NG01 abf 20190109T112108Z