Scuola, Argentin (Aida): Politici non dimentichino alunni disabili

 

Scuola, Argentin (Aida): Politici non dimentichino alunni disabili Roma, 14 set. (LaPresse) –

 

“Cari Mattarella , Conte, Zingaretti e Di Maio non dimenticatevi che gli alunni sono tutti uguali, anche quelli con disabilità. È iniziato da poco ,in alcune regioni , l’anno scolastico e già sono tante le inadempienze sui diritti alla ‘scuola per tutti’, mancano gli insegnanti di sostegno, ancora troppe le barriere architettoniche, sono moltissime le denunce dei genitori che mi stanno arrivando soprattutto nel Lazio, in particolare a Roma, e nel mezzogiorno. La prossima settimana apriranno tutte le scuole del paese, vi invito perciò a superare le difficoltà per dare pari opportunità a tutti gli alunni, non cominciamo con il solito teatrino delle risposte mancate, il ministero competente e gli enti locali facciano il loro dovere”. Lo dichiara in una nota l’onorevole Ileana Argentin presidente dell’associazione A.I.D.A. onlus POL NG01 vln 141343 SET 19


04.09.2019 ore 15.10 Intervista all'On. Ileana Argentin su Radio Cusano Campus

 

Roma, disabile resta bloccato in metro: per gli ascensori rotti salta l’esame all’università

 

Bloccato nella metropolitana di Roma e costretto a saltare un esame. Protagonista dell’accaduto è uno studente disabile di 21 anni diretto alla fermata Marconi, che ha trovato inagibili tre ascensori su quattro. “Sono arrabbiato ed esausto”.

Un ragazzo disabile è rimasto bloccato nella metro di Roma, senza riuscire ad uscirne a causa degli ascensori rotti e ha saltato un esame all'università. Protagonista dell'episodio che non fa onore alla Città Eterna è Matteo, un 21enne studente della Facoltà di Lingue all'Università di Roma Tre. Come riporta ‘Leggo' il giovane, affetto da una malattia congenita dall'età di dieci anni, oggi si stava spostando in città per raggiungere la sede universitaria in zona Ostiense, dove avrebbe dovuto sostenere un esame. Un viaggio quotidiano che inizia tutte le mattine ad Aprilia e che Matteo affronta molto volentieri, con l'obiettivo ben fissato in mente di poter coronare il suo sogno professionale, dopo aver terminato gli studi. Poco meno di un'ora di tragitto per raggiungere la Capitale, con il treno che lo porta fino a Termini, poi il cambio con la metro B, per scendere alla fermata Marconi.

Ma è proprio all'interno della metropolitana di Roma che è terminato il suo viaggio. Matteo è rimasto bloccato con la sua sedia a rotelle perché, da come racconta, "tre ascensori su quattro non erano funzionanti". "Sono arrabbiato ed esausto – ha detto a Leggo Matteo – Sono abituato ai disservizi ma mai mi era accaduta una cosa simile". Ma la rabbia non è bastata a farlo perdere d'animo: Matteo, che come tantissime persone che convivono con una disabilità, abituato ad affrontare a viso aperto i problemi e a provare a trovare per ogni difficoltà una via d'uscita, con grande capacità di adattamento a situazioni purtroppo molto spesso svantaggiose, è riuscito a pensare a un modo per tornare in superficie. "Sono salito di nuovo sul convoglio verso la stazione successiva, poi ho preso la metro al contrario per utilizzare l'ascensore sulla piattaforma opposta".

 

Tratto da: https://roma.fanpage.it/roma-disabile-resta-bloccato-in-metro-per-gli-ascensori-rotti-salta-lesame-alluniversita/


BATTITO DI CIGLIA DI GIORGIO CAMELI (Editore Ponte Sisto)

BATTITO DI CIGLIA DI GIORGIO CAMELI 

(Editore Ponte Sisto)

In copertina quadro del maestro Antonio Nunziante
È un romanzo originale in cui gli episodi di vita si susseguono
in un percorso alternato
tra sfera logica e sfera emotiva.
È un omicidio d'amore? Un'ossessione d'amore?
Un sogno d'amore?
Chi ama soffre chi non ama si ammala, lo ha detto un certo Freud.
In amore non perde chi ama, ma chi non sa ricevere l'amore,
con la consapevolezza che tutto accade in un battito di ciglia.

Grazie